Blog

Ott 29
Foto di gianikian_ricci_lucchi

A Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi l’Efebo Nuovi Linguaggi Premio Città di Palermo 2017

Durante la 39esima edizione dell’Efebo d’Oro, a Palermo dal 12 al 18 novembre 2017, saranno premiati per la sezione Nuovi Linguaggi Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi. Artisti visivi eclettici, archeologi delle immagini e della memoria audiovisiva, cercano con il loro lavoro di rifilmare e dare un nuovo significato a immagini perdute all’interno di archivi audiovisivi, vecchie pellicole, film smarriti o non più disponibili. Creando in questo modo un cinema estremamente poetico, originale e profondo. Ogni frame si riempie di significato invitando lo spettatore ad interrogarsi e leggere tra le righe di quello che vede.
Per questi artisti, tutto iniziò esplorando la collezione del fotografo e cineasta Luca Comerio, che negli anni ‘10 aveva documentato la spedizione militare in Libia e il primo conflitto mondiale.

La visione dei video di questa di coppia di artisti all’avanguardia – lei romagnola e lui italiano di padre armeno – articola il presente  e l’attualità della cultura contemporanea insieme alla memoria dei fantasmi che ancora popolano i giorni nostri: guerre, violenze, sopraffazioni, ingiustizie. Immagini rallentate, virate, ingrandite che ci aiutano a vedere meglio quello che spesso non vediamo sotto i nostri occhi.

Le loro installazioni sono presenti nelle più importanti collezioni internazionali: Mart  (Rovereto),
Kino der Freunde der Deutschen Kinemathek (Berlino), MoMA (New York)  CityEYE Filmmuseum (Amsterdam) Musée de la Croix Rouge, (Genève), British Film Institute (Londra) La Cinémathèque Française  e la Fondation Cartier pour l’art contemporain (Parigi),  Fabric Workshop Museum ( Philadelphia) The National Film and Sound Archive (Canberra),  National Gallery of Art  (Washington),  

Durante l’Efebo d’oro sarà dedicato ampio spazio alle proiezioni delle loro opere presso il Cinema De Seta:

13 novembre ore 20.00 : Frammenti Elettrici N.1- Rom Uomini, 13′

14 novembre ore 20.00 : Frammenti Elettrici N. 7 – Afghanistan Before The Wars. – Sarajevo Rom, 5’

15 novembre ore 20.00 : Frammenti elettrici n.8 – Shooting party, 9

Il  16 Novembre 2017  presso il Teatro Garibaldi di Palermo, sede di Manifesta 12,  Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi incontreranno il pubblico e dialogheranno con Frédéric Bonnaud – giornalista, conduttore della radio francese, ex direttore della rivista Les Inrockuptibles  e, dal 2016, direttore della Cinémathèque française .

All’apertura dell’incontro alle ore 16.00  le proiezioni di alcuni cortometraggi:

MARIO GIACOMELLI – CONTACT (13′) sull’opera del grande fotografo Mario Giacomelli, commissionato dal Maison européenne de la photographie di Parigi;

NOTES SUR NOS VOYAGES EN RUSSIE  (15′) con la voce fuori campo di Yervant Gianikian, le Notes accompagnano alcuni acquerelli di Angela Ricci Lucchi e sono materiali preparatori per un lungometraggio in lavorazione dedicato al poeta Ossip Mandelstam, autore di Voyage en Arménie, nonché agli ultimi sopravvissuti delle avanguardie russe degli anni ’30 e ’40.

DIARIO AFRICANO (7′) un film sul colonialismo;

ANIMALI CRIMINALI (7′)  partendo dalle considerazioni di Cesare Lombroso si arriva all’archivio del documentarista Luca Comerio, per riflettere sul ruolo giocato dall’uomo nell’aggressività animale;

ARIA (8′) una poesia filmata che, a partire da materiale di inizio secolo,  racconta la storia di una donna che si trasforma in farfalla e nell’ultimo fotogramma vola;

FILM PERDUTO (12′), il dramma del mondo contadino raccontato a partire da una serie di lastre del 1911;

TI REGALERO’ IL MIO ULTIMO RESPIRO (W. Chiari 5′); su Walter Chiari che, quando un giorno vide un film dei due autori, ne restò tanto colpito che disse la frase poi scelta come titolo: “Vi regalerò il mio ultimo respiro”.

Uno dei tanti eventi importanti della 39esima edizione dell’Efebo d’Oro con ospiti d’eccezione che ci permetteranno di dialogare e confrontarci direttamente con gli autori presenti in sala e con le loro creazioni.

Efebo d’Oro

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *