Blog

Ott 09

Retrospettiva dedicata a Hanif Kureishi, premio alla carriera 2017

Una grande personalità sarà presente a questa 39° edizione dell’efebo d’oro:  Hanif Kureishi,  scrittore, sceneggiatore, drammaturgo anglo-pakistano. Con grande entusiasmo gli sarà dato il premio alla carriera 2017.

In molte delle sue opere si è dedicato al multiculturalismo urbano rappresentando spesso temi sensibili come l’emarginazione e le particolari relazioni che si formano nella società multietnica contemporanea.  Il tema delle minoranze (immigrati, omosessuali, tossicodipendenti, disoccupati) si può considerare il filo rosso di tutta la sua produzione, insieme a una straordinaria capacità di stemperare anche gli argomenti più duri con un fondo di ironia e sarcasmo.

L’efebo d’oro, nel corso di tutta la manifestazione, dedicherà un’ampia rassegna cinematografica all’ autore Hanif Kureishi. Questo il programma dei film, tutti proiettati alla sala De Seta dei Cantieri Culturali alla Zisa:

 

VENUS di Roger Michell (Regno Unito 2006 – 95’), sceneggiatura di Hanif Kureishi.  La storia di Maurice, un vecchio attore inglese che insieme all’amico-collega Ian, se la spassa pacificamente ricordando i vecchi tempi. L’arrivo di Jess, nipote ventenne di Ian, porta scompiglio nelle abitudini dei due uomini.

LE WEEK-END di Roger Michell (Regno Unito, Francia 2013 – 93’), sceneggiatura di  Hanif Kureishi. Una commedia con protagonisti Nick e Meg, due anziani che decidono di festeggiare  30 anni di matrimonio a Parigi, dove hanno trascorso la luna di miele. Lo scopo del viaggio è anche appianare le tensioni che si sono accumulate nel corso degli anni ma non tutto va come avevano previsto.

INTIMACY (Nell’intimità) di Patrice Chéreau (Regno Unito, Francia, Germania, Italia 2001 – 119’) tratto dai due racconti di Hanif Kureishi Lampada da notte e Nell’intimità; Jay e Claire s’incontrano a Londra per fare sesso ogni mercoledì, senza sapere nulla l’uno dell’altra, nello squallido appartamento di lui che ha da poco lasciato moglie e figli.

MY SON THE FANATIC (Mio figlio il fanatico) di Udayan Prasad (Regno Unito 1997 – 88’) sceneggiato da Hanif Kureishi dal suo racconto dallo stesso titolo. Il tema del radicalismo islamico in una società occidentale è visto attraverso gli occhi di Parvez, tassista di origine pakistana con un figlio adolescente che improvvisamente si scopre avere comportamenti strani. Parvez crede si tratti di droga, per poi scoprire che le cose stanno diversamente…

THE MOTHER di Roger Michell (Regno Unito, 2003),  sceneggiatura di Hanif Kureishi.  Quando resta vedova,  May  si trasferisce a casa della figlia, con la quale ha un rapporto conflittuale. La convivenza porterà May a intraprendere una relazione erotica con l’affascinante compagno della figlia, Darren, molto più giovane di lei.

MY BEAUTIFUL LAUNDRETTE di Stephen Frears (Regno Unito 1985 – 97’) la prima sceneggiatura di Hanif Kureishi, per la quale fu candidato all’Oscar, racconta la storia di Omar, rampollo di una ricca famiglia pakistana a Londra che apre una lavanderia e prende come socio un coetaneo, inglese e povero, che è anche il suo amante.

SAMMY E ROSIE VANNO A LETTO di Stephen Frears (Regno Unito, 1987 – 100′), scritto da Hanif Kureishi. Sammy e Rosie sono sposati e vivono a Londra ma sono liberi sentimentalmente. In una Londra già caotica di suo, piena di tensioni e odi razziali. Le cose si fanno più interessanti quando arriva il padre di Sammy, Raffi, ex ministro del governo indiano, questa visita condurrà la storia del film in un tragico finale.

Per finire con la presenza dell’autore Hanif Kureishi in sala sarà proiettato:

LONDON KILLS ME (Regno Unito, 1991); scritto e diretto da Hanif Kureishi. E’ il film che ha permesso all’ autore di debuttare anche come regista. Clint giovane tossicodipendente, decide di cambiare vita:  rinunciando all’attività di spacciatore trova lavoro come cameriere nel locale di mister Hemingway. Condizione necessaria per ottenere il posto:   l’acquisto di un paio di scarpe decenti. Riuscirà nell’ impresa?

 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *