MASTERCLASS

The art of filmmaking: Masterclass con Greenaway

Un viaggio nell’arte di uno dei maestri del cinema mondiale, attraverso l’analisi dello sguardo della macchina da presa, degli elementi di montaggio e di composizione filmica. I partecipanti avranno la possibilità di interagire con il regista gallese, e conoscere con lui i fondamenti teorici, pratici e le componenti tecniche che caratterizzano il suo cinema.

In principio era l’immagine
Leggiamo nell’Antico Testamento “in principio era il verbo”. Questo non può essere vero. Secondo la Genesi, Dio mandò Adamo nel nuovo mondo per nominare tutto. Come poteva Adamo nominare tutto se non c’era prima un’immagine, o la sua rappresentazione, da nominare? La lingua scritta è qualcosa di molto recente, di circa cinquemila anni fa. Rispetto alla pittura rupestre, ora considerata dalle più recenti tecniche di datazione risalente a quarantacinquemila anni fa, c’è ovviamente un disallineamento storico nel testo e nell’immagine. Storicamente, c’erano rappresentazioni visive create dall’uomo nel mondo già quarantamila anni prima del testo. Possiamo quindi facilmente convenire che all’inizio era l’immagine, non la parola. Il testo viene dopo nel mondo di Dio.
Peter Greenaway

REGISTRATI PER PARTECIPARE ALLA MASTERCLASS

COME PARTECIPARE?

La masterclass è a numero chiuso. Potrai partecipare:

  • Come partecipante: avrai modo di interagire con Peter Greenaway su argomenti inerenti la lezione e di usufruire di servizio di traduzione simultanea inglese/italiano. L’iscrizione comprende n.2 Pass settimanali per tutte le proiezioni del Festival. Alla fine del corso ti verrà rilasciato un attestato di partecipazione firmato dal regista. Per iscriverti acquista il biglietto a questo link.
  • Come uditore: potrai assistere alla lezione in videoconferenza, negli spazi del Centro Sperimentale di Cinematografia. Per registrarti come uditore occorre prenotarsi al desk Ingressi giorno 3 Novembre alle ore 18.00.
    Solo per possessori di Festival Pass (clicca qui per acquistarlo). Il numero di uditori è limitato. First come, first served.

CHI È PETER GREENAWAY?

Nato nel 1942 in Galles, Peter Greenaway non è solo un cineasta visionario, ma un artista sfaccettato, uno scrittore, ma soprattutto un pittore prestato alla settima arte e impegnato a fare del suo cinema un universo figurativo dal forte impatto visivo. Folgorato da adolescente dalla visione de “Il settimo sigillo” di Ingmar Bergman, realizza nel 1962 il suo primo cortometraggio (Death of Sentiment). Mentre prosegue la carriera di pittore e romanziere, partecipa alla realizzazione di numerosi documentari. Sarà a partire dal successo de I misteri del giardino di Compton House (The Draughtsman’s Contract) cheGreenaway verrà annoverato a buon diritto tra i registi più importanti e originali della contemporaneità.