Blog

Nov 17

Efebo d’Oro: programma degli eventi 17 novembre

Venerdì 17 novembre la giornata inizia con la proiezione per le scuole di Corniche Kennedy, alla presenza della regista Dominique Cabrera ispirato dall’omonimo romanzo di Maylis de Kerangal. La “Corniche Kennedy” è uno stradone che costeggia il lungomare di Marsiglia. Durante l’estate un gruppo di ragazzi dei quartieri popolari s’impadronisce del muro roccioso e lo usa come trampolino per sfidare la sorte e tuffarsi dall’alto. Un giorno Suzanne, adolescente inquieta della Marsiglia più agiata, si unisce al gruppo e stringe un forte legame con due ragazzi di origine magrebina. Per lei è come un richiamo carnale che le risveglia i sensi, un inno ribelle che sa di libertà. Dominique Cabrera mette in pratica la sua esperienza da documentarista per osservare le dinamiche di certi adolescenti che dai margini della società cercano una personale riconquista del mondo con fierezza e incoscienza. La regista descrive i suoi personaggi attraverso una rappresentazione quasi tattile delle azioni: la macchina da presa indugia sui dettagli dei corpi tesi e sulle espressioni fugaci dei volti, le chiacchiere tra i giovani sono quasi un ornamento alla purezza dei gesti.

Lo stesso film sarà proiettato alle ore 20.30 al Cinema De Seta alla presenza dell’attrice francese Lola Creton.

Alle ore 16.30 al Cinema De Seta proiezione di In the Last Days of the City (Akher ayam al madina) alla presenza del regista Tamer El Said. La storia è ambientata nel 2009, il regime instaurato da Osni Mubarak inizia a mostrare le prime crepe dinanzi alle manifestazioni di piazza. Nella decadenza del Cairo, Khalid, regista trentacinquenne, lotta per realizzare un film che catturi l’anima della sua città in un momento in cui i suoi sogni, così come gli edifici e i palazzi, sembrando sbriciolarsi intorno a lui. Grazie al confronto con alcuni amici e colleghi che stanno girando film sulle città in cui vivono (Beirut, Baghdad e Berlino), Khalid trova la forza di andare avanti, tra la difficoltà e la bellezza di vivere “negli ultimi giorni della città”. Dopo una lunghissima gestazione (le oltre 250 ore di materiale, girato tra il 2008 e il 2010, sono ridotte a due nella versione definitiva), Tamer El Said compone un requiem di odio/amore per una città in dissoluzione, che è anche una riflessione sul ruolo del cinema. Protagonista e co-produttore Khalid Abdalla (United 93, Green Zone, Il cacciatore di aquiloni), parte attiva delle dimostrazioni e che qui assume il ruolo di alter ego del regista. Un’opera libera da una struttura di racconto consolidata, in cui i modi del documentario si fondono inestricabilmente al cinema di finzione, fino a dissolvere ogni distinzione di linguaggio.

Alle ore 19.00 al Cinema De Seta incontreremo il grande sceneggiatore-drammaturgo Hanif Kureishi, Premio alla Carriera 2017 (Premio Banca Popolare S.Angelo) a cui l’Efebo d’Oro dedica quest’anno una retrospettiva. Durante l’incontro interverranno Paolo Cherchi, Giovanni Massa e Beatrice Agnello. Hanif Kureishi è nato a Londra da padre pakistano e madre britannica, estremamente sensibile alle tematiche del multiculturalismo urbano è uno degli autori più interessanti della modernità. Nei suoi romanzi si affrontano temi quali l’emarginazione delle minoranze e le complesse relazioni che si intrecciano nelle nuove società multietniche, gettando uno sguardo lieve e ironico eppure estremamente analitico sulle contraddizioni e sulle complesse dinamiche della contemporaneità. È romanziere, drammaturgo, sceneggiatore (e per una volta anche regista: London kills me, 1991). Ha scritto le sceneggiature per i film di Stephen Frears My Beautiful Laundrette (1985) e Sammy e Rosie vanno a letto (1987) e per The Mother (2003) e Venus (2006) di Roger Mitchell, e dalla raccolta di racconti Love in a blue time (Bompiani, 1996) è stato tratto il soggetto del film Mio figlio il fanatico diretto da Udayan Prasad; dal racconto “Lampada da notte” (Bompiani, 2006) e dal romanzo Nell’intimità.

Alle ore 22.30 la serata termina con la proiezione al Cinema De Seta del film scritto e diretto da Hanif Kureishi London Kills Me alla presenza dell’autore.   E’ il film che ha permesso all’autore di debuttare anche come regista. Clint giovane tossicodipendente, decide di cambiare vita:  rinunciando all’attività di spacciatore trova lavoro come cameriere nel locale di mister Hemingway. Condizione necessaria per ottenere il posto: l’acquisto di un paio di scarpe decenti.

Sabato 18 novembre alle 18.30 al Cinema de Seta avrà luogo la serata conclusiva dell’Efebo d’Oro, con la premiazione alla presenza degli ospiti, seguita dalla proiezione del film premiato alle ore 20.30.

Vi aspettiamo!

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *